Libri e Natura nella valle dell'Infinito

Giaconi Editore & Il regno del Maz

Il regno del Maz è un parco di 4 ettari nella valle dell’Infinito decantato da Giacomo Leopardi, nella pianura di Recanati, a due passi dalla casa del Poeta e vicinissimo a Montelupone e Montecassiano, due dei borghi più belli d'Italia.

Il regno del Maz nasce da un sogno della Giaconi Editore, casa editrice indipendente che pubblica libri ambientati nelle Marche, regione italiana "Best in Travel" 2020 secondo la prestigiosa guida Lonely Planet: il sogno di coniugare la passione per la lettura con le bellezze e le bontà della campagna.

Il regno del Maz è il luogo ideale per immergersi nei colori, suoni, odori e suggestioni della natura ed al tempo stesso è un'oasi di calma e tranquillità.

Il regno del Maz propone esperienze nella natura, lungo il torrente Monocchia che lo costeggia, tra oltre 600 piante d’alto fusto e da frutto, un orto dove si coltivano i prodotti della terra secondo la filosofia del "quel che c'è", una vigna, un uliveto, un fienile e naturalmente le strane casette degli strani folletti amici del Maz.

Il regno del Maz si può vivere in molti modi originali e unici: passeggiate letterarie, acquisto libri, reading letterario "Le Marche e la magia delle parole", bird-watching e barefooting, pic-nic di letture in libertà.

La storia: il regno del Maz si trova nella Valle dell'Infinito, a Fontenoce di Recanati, zona di importanti ritrovamenti archeologici

(un giacimento paleolitico, una necropoli eneolitica ed un insediamento neolitico), oggi conservati in loco e nel Museo Archeologico di Ancona. 

Già abitata dai Piceni, l'area è vicina al fiume Potenza, navigabile al tempo dei Romani che, a circa 7 km, costruirono l'importante città di Helvia Recina, le cui rovine sono visibili e visitabili.

Il terreno in cui si estende il parco fu, per un periodo nel secondo dopoguerra, di proprietà di Beniamino Gigli, tenore recanatese osannato nel mondo.

La fantasia: il regno del Maz è la dimora del Mazzamurello, il folletto marchigiano birichino e dispettoso che abita le zone tra il fermano, l'ascolano e il maceratese, ed è protagonista del libro "Il bosco delle lucciole" di Barbara Cerquetti.

giardino della sibilla-1887.jpg